La Valle d'Itria dal punto di vista della Russia

on .

Dimensione Testo:

Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria – Fasano

in collaborazione col Comune di Fasano e la Regione Puglia.

La Valle d'Itria dal punto di vista della Russia

25 Marzo 2014.

La sezione ecomuseale fasanese ha curato un corso di conoscenza e ideazione di itinerari turistici nel comprensorio dellEcomuseo di Valle dItria.

Il corso, della durata di 33 ore, è stato rivolto ad alcune concittadine di origini russe, le quali, hanno potuto approfondire la conoscenza del patrimonio culturale caratterizzante la Valle d’Itria ed i sei comuni facenti parte dell’Ecomuseo (Alberobello, Cisternino, Fasano, Locorotondo, Martina Franca e Monopoli).

Il corso si è  concluso lunedì 24 marzo con la consegna dei relativi attestati di partecipazione.

IMG 189685000402810

E-LAB OfficinArtigiana

on .

Dimensione Testo:

Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria – Fasano

in collaborazione col Comune di Fasano e la Regione Puglia.

E-LAB OfficinArtigiana

 25 Novembre 2013.

Presso il Palazzo dei Congressi (Casina Municipale, Selva di Fasano si sono tenuti quattro laboratori partecipati sull’artigianato fasanese, un settore produttivo che, per secoli, ha rappresentato il vanto della nostra città.

Durante gli incontri, i partecipanti hanno potuto ripercorrere la storia dell’artigianato, imparare i “segreti del mestiere” e cimentarsi nella realizzazione e decorazione di manufatti artistici.

Gli incontri si sono inseriti nell’ambito della 43° edizione della “Mostra dell’Artigianato Fasanese”, tenutasi dal 10 al 25 agosto alla Selva di Fasano (Casina Municipale- Palazzo dei Congressi).

I laboratori svolti: La bottega del filet – La bottega del cestaio –La bottega del ceramista e L’arte del decorare.

CONSULTA REGIONALE DEGLI ECOMUSEI

on .

Dimensione Testo:

BARI - 5 APRILE 2018

AUDIZIONE DELL’ECOMUSEO DI VALLE D’ITRIA COME “BEST PRACTICE”

 

Giovedì 5 aprile, a Bari, presso la Sala Convegni Mediateca della Regione Puglia, si è svolta una seduta della Consulta regionale degli Ecomusei, convocata dalla Regione Puglia - Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio.

Tra gli argomenti all’ordine del giorno anche l’audizione dei rappresentanti dell'Ecomuseo di Valle d'Itria come "best practice", alla presenza dei componenti della Consulta e dell'Assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali Loredana Capone.

Per l’occasione Vanessa Ammirabile, Presidente dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria (ente gestore dell’omonimo Ecomuseo), affiancata da Giusy Barletta, socio fondatore, ha relazionato sintetizzando otto anni di attività dell’Ecomuseo di Valle d’Itria, uno dei primi ad aver ottenuto il riconoscimento di “ecomuseo di interesse regionale”. Alla seduta hanno preso parte anche gli Assessori alla Cultura di Alberobello, Cisternino e Locorotondo, tre dei sei Comuni facenti parte dell’Ecomuseo di Valle d’Itria.

Onorati di aver avuto questa grande opportunità, gli operatori ecomuseali rivolgono un particolare e sentito ringraziamento all'Assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali Loredana Capone, alla Dirigente della Sezione Valorizzazione territoriale Silvia Pellegrini, al Presidente della Consulta regionale degli Ecomusei Domenico Conte, all’Ing. Luigi Cicchetti, ai membri della Consulta e a tutto lo staff della Regione Puglia, per aver creduto negli ecomusei e nella possibilità, per una comunità, di attivare processi di tutela e valorizzazione del prezioso patrimonio culturale pugliese.

Convegno interregionale

on .

Dimensione Testo:

IDEE PROGETTUALI PER UN DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO MEDITERRANEO  

Ipotesi di sviluppo locale per un'economia trainata da cultura e sistemi territoriali

Sabato 14 ottobre 2017

ESITI E RINGRAZIAMENTI

Nel pomeriggio di sabato 14 ottobre Locorotondo ha ospitato il convegno interregionale dal titolo “IDEE PROGETTUALI PER UN DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO MEDITERRANEO - Ipotesi di sviluppo locale per un'economia trainata da cultura e sistemi territoriali”.

Il convegno, tenutosi presso la Sala Don Lino Palmisano c/o Villa Mitolo, è statopromosso dal Coordinamento Associativo Interregionale “Distretto Culturale Evoluto IDEM - Identità Mediterranea in collaborazione con l’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria e col patrocinio del Comune di Locorotondo.

Il Coordinamento interregionale, costituitosi nel 2016, è un organismo associativo innovativo, unico nel suo genere, in quanto mette insieme, per la prima volta, più regioni (Calabria, Sicilia, Campania, Puglia) con l’intento di promuovere l'identità mediterranea attraverso percorsi comuni e affini. Nell’ambito del Coordinamento la Puglia è rappresentata dall'Associazione Ecomuseale di Valle d'Itria, ente gestore dell’omonimo Ecomuseo, composta dai comuni di Alberobello, Cisternino, Fasano, Locorotondo, Martina Franca, Monopoli.

Il convegno ha rappresentato un’occasione di comunione e di confronto tra le realtà territoriali sopra citate, che per cultura e tradizioni presentano molte affinità. Le iniziative già intraprese e quelle future, di cui si è discusso in sede di Convegno, sono e saranno finalizzate a rafforzare il senso di responsabilità delle comunità locali e a pianificare azioni di corretta fruizione e valorizzazione dei territori, in un’ottica di stretta collaborazione. Gli enti aderenti al Coordinamento mirano, infatti, alla definizione di una rete territoriale di “sistemi culturali”, capace di creare sinergie finalizzate a tutelare, valorizzare, diffondere e sviluppare il patrimonio culturale, materiale e immateriale, ambientalistico e demoetno-antropologico dei territori di riferimento, con il coinvolgimento attivo delle istituzioni, degli enti pubblici e delle comunità.

In sede di convegno sono stati sottoscritti i Protocolli d'intesa con i Comuni di Ruviano (Ce) e di Locorotondo (Ba), che hanno fatto seguito a quelli già stipulati con i Comuni di Nicosia (En) e di Malvito (Cs).

Inoltre l’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria, su proposta del delegato del Distretto Valentina Mastronardi, ha sottoscritto un Protocollo d’intesa con l’Ass.ne Ecomuseo Petra d’Asgotto di

Nicosia, per rafforzare i rapporti già avviati all’interno del Coordinamento e per favorire ulteriori future progettualità. È in via di definizione la possibile sottoscrizione del medesimo protocollo con le associazioni ecomuseali campane e calabre.

Tali importanti obiettivi sono stati condivisi con la cittadinanza intervenuta al convegno e con i numerosi rappresentanti delle istituzioni presenti per l’occasione. All’incontro hanno preso parte il Consigliere Regionale D. Pentassuglia, il Sindaco di Locorotondo T. Scatigna, il Vicesindaco V. Smaltino, l’Ass.re alla cultura e turismo E. Prete e tutto il Consiglio comunale di Locorotondo. Inoltre hanno presenziato, in rappresentanza delle Amministrazioni comunali aderenti all’Ecomuseo di Valle d’Itria, gli Assessori di Alberobello (A.Turi), Cisternino (F. Tozzi), Fasano (A. Angelini) e Martina Franca (G. Palmisano), nonché tutti i delegati delle regioni coinvolte nel Distretto IDEM e il Sindaco di Malvito P. Amatuzzo.

Non sono mancati i saluti istituzionali da parte dell’Assessore Regionale all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei Beni Culturali Loredana Capone, la quale ha inviato agli organizzatori un proprio messaggio benaugurante e di benvenuto, cui si sono aggiunti i saluti della professoressa Angela Barbanente, promotrice degli ecomusei in Puglia.

All’indomani del Convegno l’Associazione Ecomuseale coglie l’occasione per ringraziare tutti gli intervenuti, i rappresentanti del Coordinamento IDEM, in particolare il Presidente Marisa Callisto, il Coordinatore Stefano Di Stasio e tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito all’organizzazione dell’evento.