GIORNATA DEL PAESAGGIO FASANO 2014

on .

Dimensione Testo:

Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria – Fasano

in collaborazione col Comune di Fasano, la Regione Puglia e l’Associazione Pro Selva.

III° edizione della Giornata del Paesaggio:

17 agosto 2014; Una passeggiata nelle ville silvane di Fasano.

Una serie di passeggiate mirate alla conoscenza del paesaggio e all’insegna dell’esplorazione del territorio afferente l’Ecomuseo della Valle d’Itria.

La Giornata Nazionale del Paesaggio, promossa da Mondi Locali è un evento pubblico che mira a richiamare l'attenzione dei cittadini, dei media e delle autorità sulle azioni che ogni Ecomuseo e associazione svolge per il proprio territorio. Il paesaggio come ambiente di vita è innanzitutto un bene comune, la cui qualità dipende dall'impegno di tutti e influisce sulla vita di ogni persona.

La prima tappa del percorso di visita è stata la bella villa De Tullio, oggi Di Giulio, alla quale si giunge percorrendo la scesa Colucci (attuale viale delle Acacie). La costruzione risalente al 1900, fu offerta dall’on. Vito Nicola De Tullio, alla consorte Camilla De Nicolò. L’attuale villa è il risultato dell’ ampliamento che l’onorevole realizzò dell’antica casina a trulli di Michele Pepe. Invece gli attuali proprietari acquistarono la villa nel 1941. Nella facciata fu tamponato il tradizionale “arcone” e, insieme a tutte le altre aperture, corretta la curvatura in gotica. A meglio nascondere i coni dei trulli, un’alta balaustra a elementi verticali fu sovrapposta alla cornice; il raccordo fra i due nuclei della villa, sul lato sud-est, fu realizzato un collegamento in vetro colorato e ferro completato da una pseudo-cupola. La facciata principale, è annunciata da un ingresso porticato con colonne, che sorreggono un loggiato con bifora decorata con colonnine tortili, capitelli e motivi floreali, che prolunga in avanti il raffinato tetto a spiovente. Interessante il giardino che si sviluppa nella parte della casina e nelle zone laterali con aiuole e alberi, cespugli, statue e fontane. Sono tre gli elementi del tipico giardino all'italiana: una piccola vasca con ninfee; le aiuole geometriche e le statue in pietra. Tra le specie arboree spiccano il tasso, i cedri dell'Atlante e del Libano, di dimensioni monumentali.

Sempre lungo viale delle Acacie apre uno dei due ingressi che conduce a villa Colucci – De Stasi, seconda tappa del percorso. La vista sarà catturata da una superba residenza d’epoca, oggi in stato di completo abbandono e soggetta all’azione degradante degli agenti atmosferici. La sontuosa abitazione signorile sorge su un’antica casina, che fu restaurata dall’ing. Angelo Messeni di Bari. La villa, dal bellissimo colore rosa, presenta le pareti ripartite da modanature e lesene color giallo ocra, che spartiscono la superficie e inquadrano le finestre, i balconi e il porticato. L'ingresso principale della villa risulta totalmente ombreggiato dalle larghe chiome di pino e cipresso. La parte posteriore della villa, sembra essersi completamente rinaturalizzata a querceta, con lecci e roverelle che lasciano largo spazio a viburni, pungitopi, lentischi, corbezzoli e alaterni.

La passeggiata si è conclusa con la visita alla chiesetta, “La Centruda”, fatta edificare nel 1626 dal priore Francesco Larizza, annessa all’antica casina dell’avv. Federico Bianco, sempre in Viale delle Acacie. La chiesetta, dalla volumetria parallelepipeda, presenta una semplice facciata su cui s’innalza il piccolo campanile a vela tra due pinnacoli laterali. All’interno l’unico vano, voltato a botte a sesto acuto, conserva il pavimento a “chianche”. Presso la chiesetta, nella stessa serata di domenica 17 agosto, è stato inaugurato un pannello turistico realizzato dall’ Associazione Pro Selva nell’ambito del progetto per l’ideazione di un itinerario tra le chiesette silvane. Il pannello è stato benedetto dal parroco della Selva Don Gino Copertino, alla presenza degli assessori Donato Ammirabile e Laura De Mola, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale fasanese, e dei partecipanti alla Giornata Nazionale del Paesaggio.


 

   

 

 

GIORNATA DEL PAESAGGIO 2014

on .

Dimensione Testo:

ALLA SCOPERTA DEL PAESAGGIO CON L’ECOMUSEO DI VALLE D’ITRIA

Al via la programmazione estiva dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria, con la III° edizione della Giornata del Paesaggio: una serie di passeggiate mirate alla conoscenza del paesaggio e all’insegna dell’esplorazione del territorio afferente l’Ecomuseo della Valle d’Itria.

In linea con la manifestazione nazionale “Giornata del paesaggio- Mondi Locali” (www.giornatadelpaesaggio.it), che sin dal 2007 celebra il paesaggio con iniziative e manifestazioni ad esso dedicate, l’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria organizza passeggiate ed iniziative per far conoscere ed apprezzare il territorio in cui essa opera con “l’obiettivo di raccontare le diversità e dimostrare che il paesaggio è la somma di infinite azioni, piccole e grandi, materiali e immateriali”.

L’evento dedicato alla Giornata del Paesaggio nel comune di Fasano, si terrà domenica 17 agosto 2014, con raduno, alle 18.00, presso la piazzetta Giannaccari (Casina Municipale/ Viale Toledo – Selva di Fasano). Gli operatori ecomuseali, in collaborazione con l’associazione Pro Selva,  accompagneranno abitanti e visitatori in una caratteristica passeggiata, facendo tappa presso le ville De Tullio - Di Giulio e Colucci – De Stasi, delle quali verranno illustrate le peculiarità architettoniche e botaniche.

Seguirà (alle ore 20.00) l’inaugurazione del pannello turistico dedicato alla chiesetta “La Centruda”, annessa all’antica casina dell’avv. Federico Bianco, in Viale delle Acacie.

Si consigliano abbigliamento comodo, “pantaloni e scarpe ginniche” e, per gli appassionati, macchina fotografica.

Di seguito i dettagli degli appuntamenti:

17 agosto 2014  - Fasano- “ L’architettura silvana”

ore 17.50 c/o viale delle Acacie

Selva di Fasano

080/4394164 -339/2233791

Comunicato stampa a cura della sezione di Fasano

RIAPERTURA sottopaesaggi

on .

Dimensione Testo:

Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria – Fasano

in collaborazione col Comune di Fasano, la Regione Puglia e RFI (Rete Ferroviaria Italiana)

I° edizione SOTTOpAeSSAGGI 

21 luglio 2014: Chiusura concorso di idee per la riqualificazione artistica del sottopassaggio della stazione ferroviaria di Fasano.

SOTTOpAeSSAGGI è stato pensato per rendere più accogliente il primo ingresso nel territorio di Fasano con l'obiettivo di raccontare la nostra città, dal mare alla Valle d’Itria, con quatto opere sui temi della natura, della cultura e tradizione, dell’archeologia e architettura e dell’enogastronomia.

Era rivolto a tutti coloro, singoli, società e gruppi, che artisticamente volevano raccontare la bellezza del patrimonio culturale fasanese con qualsiasi forma d’arte (fotografia, collage fotografico, disegno artistico, disegno tecnico…).

Ogni progetto doveva essere consegnato entro il 21 luglio 2014 presso l'ufficio Informazione Accoglienza Turistica (piazza Ciaia 10 - Fasano). A giudicare gli elaborati è stata una commissione formata da Margherita Latorre per il Comune di Fasano, da Marialucrezia Colucci per l’Ass.ne Ecomuseale di valle d’Itria, Patrizia Dicuonzo per RFI, Lucia Dentico come esperta di comunicazione e Gianni Trisciuzzi quale esperto di arte.

sottopaesaggi

on .

Dimensione Testo:

COMUNICATO STAMPA

 

SOTTOpAeSAGGI

Riqualificazione Artistica del sottopassaggio della stazione ferroviaria di Fasano

 

L'Associazione Ecomuseale di Valle d'Itria ormai da quattro anni opera per la promozione e la valorizzazione del territorio. La sezione locale di Fasano nel suo operato, in questi anni, si è occupata di diffondere il sapere sopratutto nelle scuole e di organizzare eventi che chiamavano la comunità ad essere protagonista attiva. Essa ritorna con una nuova proposta rivolta a tutti coloro che vogliono pensare ad un atto creativo, ad un’idea per raccontare il territorio di Fasano ai cittadini e ai turisti fruitori del mezzo di trasporto tra i più sostenibili e attualmente sempre più utilizzato, il treno.

SOTTOpAeSAGGI è pensato per rendere più accogliente il primo ingresso nel territorio di Fasano (come il sottopassaggio di una stazione ferroviaria) con delle cartoline d’arte che mettono in evidenza i sapori, i gusti e i colori del paesaggio locale.

L'obiettivo è di raccontare la nostra città, dal mare alla Valle d’Itria, con quatto opere sui temi della natura, della cultura e tradizione, dell’archeologia e architettura e dell’enogastronomia.

Il bando promosso in collaborazione con il comune di Fasano, RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e la Regione Puglia è rivolto a tutti coloro, singoli, società e gruppi, che artisticamente vogliono raccontare la bellezza del patrimonio culturale fasanese con qualsiasi forma d’arte (fotografia, collage fotografico, disegno artistico, disegno tecnico…).

Ogni progetto deve essere consegnato entro il 21 luglio 2014 presso l'ufficio Informazione Accoglienza Turistica (piazza Ciaia 10 - Fasano) secondo quanto si evince dal bando del concorso. A giudicare gli elaborati ci sarà una commissione formata dai rappresentanti delle partnership che hanno sostenuto il progetto ed esperti di arte e comunicazione.

Tutte le informazioni necessarie per parteciparvi sono indicate nel bando di concorso che sarà reso disponibile sul sito dell’Associazione Ecomuseale di valle d’Itria (www.ecomuseovalleditria.it) sul sito del comune di Fasano, sul profilo della sezione sul social network Facebook (“Ecomuseo Di Valle D’Itria- Fasano”)

Per ulteriori delucidazioni inviateci una mail al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicato a cura della sezione di Fasano

PDF Bando Sottoepassaggi Fs

PDF Sottopassaggio Progetto

"EUREK-ART, orienteering culturale"

on .

Dimensione Testo:

COMUNICATO STAMPA

Conclusione progetto didattico
e ringraziamenti

"EUREK-ART, orienteering culturale"

Venerdì 30 maggio il progetto didattico "EUREK-ART, orienteering culturale" si è ufficialmente concluso con una gara di orienteering tra monumenti, chiese e palazzi del centro storico di Fasano.
Il progetto didattico, ideato e promosso dalla sezione fasanese dell'Associazione Ecomuseale di Valle d'Itria nell'anno scolastico 2013-2014, in collaborazione con il Comune di Fasano e la Regione Puglia, è stato rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado del territorio di Fasano.

Il progetto, che ha visto coinvolte le classi II D della "G. Bianco", II FF della "G.Pascoli", II A della "G.Fortunato" e II B della "G.Galilei" , è stato suddiviso in due fasi: la prima teorica in aula, e la seconda "pratica" nel centro storico di Fasano (con partenza da Piazza Ciaia) che si è sviluppata sotto forma di caccia al tesoro.
Tale attività si caratterizza per la particolarità di coinvolgere i più giovani, alla scoperta della propria città attraverso l'individuazione di più luoghi di importanza storico-artistica del centro cittadino.
Ogni classe è stata suddivisa in squadre (per un totale di 8 squadre) ognuna delle quali ha dovuto rispondere ad una serie di domande che, in sequenza, hanno dato vita ad un percorso guidato tra le vie del centro storico.
Le tappe, corrispondenti ai monumenti studiati dai ragazzi, sono state le seguenti: Chiesa Matrice, Palazzo del Seggio, Arco del Balì, Torrione delle Fogge, Chiesa del Rosario, Portici delle Teresiane, Museo della Casa Fasanese, Chiesa del Purgatorio, Chiesa di San Nicola, Palazzo Municipale.
Ogni squadra, provvista di una mappa topografica, doveva orientarsi tra i vari monumenti, indicando la via più breve per raggiungerli. Poteva inoltre avvalersi ad ogni domanda di due aiuti denominati rispettivamente "indizio" e "risposta multipla". A seconda degli aiuti utilizzati, delle risposte esatte o errate, è stato attribuito/sottratto un punteggio che a fine gara ha determinato la squadra vincitrice.
La scelta di proporre una gara a squadre, oltre lo spirito ludico/agonistico, ha voluto valorizzare aspetti legati alla condivisione sia delle strategie di azione che delle decisioni da prendere, nonché il rispetto di ritmi di "squadra" e non personali, il tutto per arrivare assieme all'arrivo.

La squadra vincitrice, composta da 8 alunni della classe II D della "G.Bianco", ha totalizzato il massimo del punteggio, pari a 25/25; ogni componente della squadra ha ricevuto come premio un pacchetto regalo contenente un buono spendibile in una cartolibreria di Fasano, un mazzo di carte fasanesi e un ecobox con le Mappe di Comunità dell'Associazione Ecomuseale di Valle d'Itria.
La squadra arrivata seconda ha totalizzato un punteggio di 23/25; si tratta di un gruppo della classe II B della "G.Galilei" di Pezze di Greco e ha ricevuto in premio un ecobox contenente le Mappe di Comunità.
Tutti gli studenti che hanno preso parte al progetto hanno ritirato un attestato di partecipazione.

A conclusione del progetto le operatrici ecomuseali fasanesi intendono rivolgere un sentito ringraziamento ai Dirigenti dei due istituti scolastici coinvolti, la dott.ssa Marilena Abbatepaolo (scuola "Bianco-Pascoli") e il prof. Silvestro Ferrara (Istituto Comprensivo "G.Galilei") per aver aderito a questa iniziativa.
Un ringraziamento va inoltre alle docenti coordinatrici delle singole classi, le Prof.sse Teresa Nolasco (II D, plesso "Bianco"), Angela Di Bello (II FF, plesso "Pascoli"), Tiziana Mauro (II A, plesso"Fortunato"- Montalbano) e Maddalena Stoppa (II B, plesso"Galilei"- Pezze di Greco) per aver seguito con vivo interesse tutto l'iter progettuale.

Comunicato stampa a cura della sezione di Fasano

Gruppo Comunicazione
Associazione Ecomuseale di valle d'Itria
www.ecomuseovalleditria.it

ref. Valentina Mastronardi
+39 320.7944731